Conosci e ama il tuo gatto

Gatti e vacanze: Cosa fare con i nostri amici pelosi quando andiamo in vacanza?

17 Settembre 2021
cat laying basket sunshine
  • Ci sono diverse opzioni per prendersi cura dei nostri gatti quando siamo via ma prima di tutto bisogna pensare a loro, alle loro abitudini e necessità
  • I gatti sono sensibili ai cambiamenti, quindi, è consigliabile lasciarli a casa con qualcuno che possa prendersi cura di loro regolarmente
  • Se il gatto è di buona compagnia e avventuroso possiamo anche lasciarlo in un hotel per gatti o possiamo addirittura portarlo con noi in vacanza, facendo sempre le dovute considerazioni

20 Agosto 2021.- Con l’estate dietro l’angolo, anche le nostre vacanze si avvicinano. Quest’anno, nonostante le persistenti limitazioni, molti di noi non vedono l’ora di partire e viaggiare. Chi ha animali domestici, in particolare gatti, oltre ad organizzare i preparativi per il viaggio, deve fare in modo che qualcuno possa prendersi cura dei propri amici durante la propria assenza.

Ci sono varie soluzioni per organizzare al meglio la nostra e la loro vacanza. La scelta dipende da quanto tempo si sta via, quanto si è disposti a spendere e soprattutto dalla personalità e dalle abitudini del proprio micio. Sanicat, in qualità di marchio esperto in lettiere per gatti, offre una serie di consigli utili in modo che si possa partire per una vacanza in tranquillità assicurando un’ottima assistenza al nostro gatto.

La miglior soluzione per il nostro gatto è la sua casa

I gatti, essendo animali territoriali, sono sensibili al cambiamento. “Portarli in posti nuovi e sconosciuti può agitarli e stressarli, i gatti si sentono più al sicuro nella loro casa” afferma Ignacio Duch, I&D Manager di Sanicat. Se per un cane è importante stare sempre con il suo padrone, i gatti devono rimanere nel loro ambiente per essere tranquilli. 

Quindi, se si decide di partire per una vacanza, è consigliabile lasciare il gatto a casa e trovare qualcuno che possa prendersene cura ogni giorno, trascorre un po' di tempo con lui, dargli da mangiare e assicurarsi che la lettiera sia pulita. è importante, inoltre, fare le dovute raccomandazioni a chi si prenderà cura del nostro micio, descrivendo bene le sue abitudini e priorità, lasciandogli tutto l’occorrente per accudirlo e i nostri recapiti telefonici in caso di necessità. 

Se non conosciamo nessuno che possa prendersi cura del nostro gatto, possiamo chiamare un cat sitter specializzato, che con amore si occuperò di lui durante la nostra assenza.

Uno dei vantaggi di avere un gatto come animale domestico è il fatto di poterlo lasciare qualche giorno da solo, grazie alla sua natura solitaria ed indipendente non necessita di troppe attenzioni. Basta lasciare più cibo ed acqua al gatto, che saprà gestirsi da solo ed usare una lettiera assorbente che non necessita di una manutenzione quotidiana. Se invece la nostra assenza si prolunga e non si può fare affidamento su nessuno, allora, un’altra opzione è portare il gatto a casa di qualcuno che può occuparsene, il micio si dovrà adattare al nuovo ambiente

Un hotel per gatti potrebbe essere un’altra opzione?

“Non tutti i gatti sono così sensibili ai cambiamenti, ci sono anche delle eccezioni, se sono di natura più estroversa e socievole sapranno bene adattarsi” afferma Ignacio. In tal caso un’altra soluzione potrebbe essere anche un hotel per gatti. Qui, il nostro micio sarà in buone mani, si adatterà presto ad un nuovo ambiente e farà amicizia.

Al giorno d’oggi ci sono molte strutture che offrono vari servizi e comfort, basta informarsi e scegliere il posto che secondo noi possa soddisfare al meglio le abitudini del nostro micio. Possiamo anche chiedere consiglio ad un esperto, che saprà sicuramente indicarci la scelta migliore. 

Portare il gatto in vacanza con noi

Quando si tratta di vacanze più lunghe, potremmo anche valutare l’opzione di portare con noi il nostro gatto, se è abituato a spostarsi spesso sarà più semplice. È bello pensare di condividere il viaggio con il nostro amico, ma bisogna fare sempre le dovute considerazioni, soprattutto valutare se la meta del nostro viaggio permetta il suo adattamento.

Così come per noi, prima di partire dovremo preparare tutto il necessario anche per il nostro amico (cibo, acqua, lettiera, accessori ecc…). Si consiglia, inoltre, di portare il gatto dal veterinario per un controllo pre-partenza per assicurarsi che stia bene e magari per chiedere qualche consiglio su come tranquillizzarlo durante il viaggio o aiutarlo in caso di necessità.

Qualsiasi decisione si prenda, è fondamentale assicurarsi che sia la scelta migliore per lui, perché stia bene e si senta sempre al sicuro, così anche noi goderci al meglio la nostra vacanza.

A proposito di Sanicat

Sanicat è un marchio con oltre 60 anni di esperienza alla guida del mercato europeo di lettiere per gatti e vanta una presenza internazionale con un vasto portafoglio (oltre 65 prodotti in 90 paesi). Sanicat offre un’ampia gamma di prodotti Classic, Clumping e Plant-Based realizzati con le migliori materie prime naturali, sia minerali che organiche. Inoltre, Sanicat si è impegnata a raggiungere l’obiettivo dello 0% di imballaggi in plastica utilizzando carta e cartone certificati FSC per tutti i nuovi prodotti

 

Per ulteriori informazioni

Sanicat

Mayte Serrano

[email protected]

Burson Cohn & Wolfe (Bcw)

Davide Santoro

[email protected]